Pagina 3 di 3 primaprima 123
Visualizzazione dei risultati da 41 a 54 su 54

Discussione: Snowalp 2019/20

  1. #41
    PRO Member Reputazione:1723 L'avatar di Trabateo
    Registrato dal
    Jul 2011
    Sesso
    residenza
    Milano
    Messaggi
    2,476

    Predefinito

    Io e Andrew non usiamo le ciaspole, saliamo con le pelli, poi nei tratti con neve dura si possono usare i rampant (ramponi per la Splitboard).
    Andrew è dotato di ramponi (per i boots) e picozza che usa nei tratti più impegnativi tipo quelli che presentano particolari pendenze.
    Non ci sono particolari tempistiche di utilizzo differenziato dei vari attrezzi, dipende sempre dal tipo di terreno che trovi
    Un passo alla volta, un respiro alla volta.
    Tanto se non sopravvivi alla pallottola più vicina alla fronte, non devi preoccuparti di quella dopo...

  2. #42
    Pelle grinza Reputazione:2079 L'avatar di andrew
    Registrato dal
    Feb 2010
    Sesso
    residenza
    Varese
    Messaggi
    14,075

    Predefinito

    Confermo! Tavola in spalla solo su pendenze sostenute (indicativamente sopra i 40 gradi), per il resto tavola sempre ai piedi, con o senza rampant
    Dipende dell'itinerario e dalle condizioni...
    Con la split le ciaspole non servono!
    "L'estremo è la ricerca dell'infinito, la meta più lontana che un uomo può proporsi di raggiungere"
    "Dov'è il vento quando non soffia?"
    Oggi sento!

  3. #43
    Pelle grinza Reputazione:2079 L'avatar di andrew
    Registrato dal
    Feb 2010
    Sesso
    residenza
    Varese
    Messaggi
    14,075

    Predefinito

    Giornata di ripido!
    "L'estremo è la ricerca dell'infinito, la meta più lontana che un uomo può proporsi di raggiungere"
    "Dov'è il vento quando non soffia?"
    Oggi sento!

  4. #44
    PRO Member Reputazione:4386 L'avatar di Ack
    Registrato dal
    Apr 2012
    Sesso
    residenza
    Ivrea e Courmayeur
    Messaggi
    21,203

    Predefinito

    La neve tiene ?

  5. #45
    Pelle grinza Reputazione:2079 L'avatar di andrew
    Registrato dal
    Feb 2010
    Sesso
    residenza
    Varese
    Messaggi
    14,075

    Predefinito

    Una meraviglia!
    "L'estremo è la ricerca dell'infinito, la meta più lontana che un uomo può proporsi di raggiungere"
    "Dov'è il vento quando non soffia?"
    Oggi sento!

  6. #46
    Pelle grinza Reputazione:2079 L'avatar di andrew
    Registrato dal
    Feb 2010
    Sesso
    residenza
    Varese
    Messaggi
    14,075

    Predefinito

    Meteo incerto, ma nuova vetta inaspettata!
    Foto anche del fratellino skier
    "L'estremo è la ricerca dell'infinito, la meta più lontana che un uomo può proporsi di raggiungere"
    "Dov'è il vento quando non soffia?"
    Oggi sento!

  7. #47
    PRO Member Reputazione:1723 L'avatar di Trabateo
    Registrato dal
    Jul 2011
    Sesso
    residenza
    Milano
    Messaggi
    2,476

    Predefinito

    Mi pare di capire che abbiate trovato della bella neve e poca o nulla compagnia
    Dislivello questa volta?
    Un passo alla volta, un respiro alla volta.
    Tanto se non sopravvivi alla pallottola più vicina alla fronte, non devi preoccuparti di quella dopo...

  8. #48
    Pelle grinza Reputazione:2079 L'avatar di andrew
    Registrato dal
    Feb 2010
    Sesso
    residenza
    Varese
    Messaggi
    14,075

    Predefinito

    Compagnia nulla. Neve buona. Seconda esperienza per un altro socio skier, poco meno di 1300d+
    "L'estremo è la ricerca dell'infinito, la meta più lontana che un uomo può proporsi di raggiungere"
    "Dov'è il vento quando non soffia?"
    Oggi sento!

  9. #49
    Active Member Reputazione:10
    Registrato dal
    Mar 2019
    Messaggi
    61

    Predefinito

    Anche se invitato, entro in punta di piedi, come ultimo arrivato, in questo thread.
    Ieri, gita a Pointe de la Pierre in Val d'Aosta, dislivello totale sopra i 1100, vetta a poco più di 2600.

    La salita non particolarmente impegnativa dal punto di vista tecnico, quasi tutta neve fresca, complice anche la nevicata della serata prima, le pelli aderiscono bene.
    Però il percorso è molto lungo, e per buona parte sarà al sole.

    Si inizia con una salita nel bosco, con tornanti che non richiedono virate impegnative. A bosco inoltrato invece, piccole salitine che richiedono l'alzatacco, almeno per me.
    Si prosegue così per un'ora e mezzo abbondante. Il bosco ovattato, tantissima neve, che a tratti cade dagli alberi con un tonfo, paesaggi da cartolina....bellissimo.

    Usciti dal bosco cominciano pendii larghi e assolati, e si incontrano gli alpeggi, chiusi ovviamente. La fatica comincia a farsi sentire, ma con opportune pause ci si fa.
    Vado su come un treno, a tratti mi chiedono di rallentare. Con piacere scopro che la salita non ha problemi, riesco a concentrarmi sulle cose (schiena dritta, peso distribuito ecc...) e risolverle, anche con l'aiuto degli istruttori.

    Le distanze in montagna sono completamente sfalsate. Manca poco, la vetta sembra ad un tiro di schioppo, ma poi osservo bene e vedo diverse formichine che stanno ancora salendo in vetta. Quindi....manca ancora molto. Circa un'ora e mezza.

    Finalmente la vetta, con due croci, una di legno ed una più moderna di metallo. Pausa, cibo, acqua. Poi, via le pelli, la split diventa uno snowboard (tavola da stiro) e via verso casa.
    Qui cominciano le note dolenti, praticamente la discesa è al 90% in fresca, il mio punto debole dato che ho pochissima esperienza.

    Alterno tratti molto belli a cadute rovinose, unico aiuto è che è praticamente tutto in pendenza, senza piani. Quindi non fatico tantissimo a rialzarmi.
    Mentre scendo vedo la tavola (da stiro) che si tuffa e riemerge come un delfino nella fresca e penso a quanto mi sto perdendo della discesa.
    Ogni tanto, un po' volute, un po' perché mi ci trovo così a caso, faccio dei gran curvoni che alzano la neve come se fosse acqua.

    Poi si incontra il bosco, mi piacerebbe fare come i tipi della Korua Shapes, ma inevitabilmente mi ritrovo a foglia morta.
    Ultimissimo tratto, i soliti tornanti della partenza, ormai spianati e battuti come una pista. Con molte meno difficoltà arrivo alla fine, anzi è un divertimento fare le curve.

    Arrivati al parcheggio, mi sento come se avessi apparecchiato una bellissima tavola con ottime portate, ma poi ho mangiato solo pane e acqua.

    Ancora tanto da imparare su come scendere in fresca, ma non mollo.

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   M+H30n4PTZKxDW8p0xsFww.jpg
Visite: 7
Dimensione:   61.4 KB
ID: 24535Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   dZ76XR4xRgiDJKOnzWcZ5w.jpg
Visite: 9
Dimensione:   25.0 KB
ID: 24536
    Ultima modifica di squonk; 02-03-20 a 09:34
    Il monaco possiede solo la veste e la ciotola. Lo snowboarder ha in più solo la tavola ed il casco.

  10. #50
    Active Member Reputazione:10
    Registrato dal
    Mar 2019
    Messaggi
    61

    Predefinito

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   fullsizeoutput_2df6.jpg
Visite: 10
Dimensione:   31.9 KB
ID: 24539Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   fullsizeoutput_2dfb.jpg
Visite: 9
Dimensione:   35.6 KB
ID: 24540Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   H3zWbM02QnKI4qe48B5Uyg.jpg
Visite: 8
Dimensione:   20.3 KB
ID: 24541
    Il monaco possiede solo la veste e la ciotola. Lo snowboarder ha in più solo la tavola ed il casco.

  11. #51
    Pelle grinza Reputazione:2079 L'avatar di andrew
    Registrato dal
    Feb 2010
    Sesso
    residenza
    Varese
    Messaggi
    14,075

    Predefinito

    Bellissimo! Mai mollare!
    Bel report! Se in salita non hai problemi sei già a più di metà dell'opera! Avanti così!
    "L'estremo è la ricerca dell'infinito, la meta più lontana che un uomo può proporsi di raggiungere"
    "Dov'è il vento quando non soffia?"
    Oggi sento!

  12. #52
    PRO Member Reputazione:1723 L'avatar di Trabateo
    Registrato dal
    Jul 2011
    Sesso
    residenza
    Milano
    Messaggi
    2,476

    Predefinito

    Giornata spettacolare!
    Io ho il problema opposto, soffro molto in salita...
    Un passo alla volta, un respiro alla volta.
    Tanto se non sopravvivi alla pallottola più vicina alla fronte, non devi preoccuparti di quella dopo...

  13. #53
    Pelle grinza Reputazione:2079 L'avatar di andrew
    Registrato dal
    Feb 2010
    Sesso
    residenza
    Varese
    Messaggi
    14,075

    Predefinito

    Partito per un giro tranquillo mi ritrovo tra le nuvole su una cresta insidiosa... tantissima neve, la il vento tempestoso sta facendo disastri. Giornata decisamente fredda. È arrivato l'inverno
    Uniche due foto di giornata.
    "L'estremo è la ricerca dell'infinito, la meta più lontana che un uomo può proporsi di raggiungere"
    "Dov'è il vento quando non soffia?"
    Oggi sento!

  14. #54
    PRO Member Reputazione:1723 L'avatar di Trabateo
    Registrato dal
    Jul 2011
    Sesso
    residenza
    Milano
    Messaggi
    2,476

    Predefinito

    Inarrestabile Andrew!
    Un passo alla volta, un respiro alla volta.
    Tanto se non sopravvivi alla pallottola più vicina alla fronte, non devi preoccuparti di quella dopo...

Discussioni simili

  1. Snowalp 2018/19
    Da andrew nel forum Video
    Risposte: 4
    Ultimo messaggio: 20-10-19, 19:14
  2. Snowalp 2018/19
    Da andrew nel forum Racconta la tua giornata on board
    Risposte: 89
    Ultimo messaggio: 02-06-19, 22:12
  3. Snowalp 2017/18
    Da andrew nel forum Racconta la tua giornata on board
    Risposte: 88
    Ultimo messaggio: 04-07-18, 14:21
  4. Snowalp 2016/17
    Da andrew nel forum Racconta la tua giornata on board
    Risposte: 88
    Ultimo messaggio: 18-12-17, 20:36
  5. Corso CAI di SnowAlp e ciaspole
    Da TheDoc nel forum Attrezzatura e setup
    Risposte: 24
    Ultimo messaggio: 24-01-14, 19:34

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •