Pagina 1 di 2 12 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 1 a 20 su 25
Questa discussione si intitola Incidenti nella sezione Snowboarding is freedom, appartenente alla categoria Snowboarding world;
  1. #1
    Ack
    Ack non è in linea
    PRO Member Reputazione:4284 L'avatar di Ack
    Registrato dal
    Apr 2012
    Sesso
    residenza
    Ivrea e Courmayeur
    Messaggi
    19,292

    Predefinito Incidenti

    Prendo spunto dall'ennesimo rider che oggi ci ha lasciato le penne sotto al Plan della Gabba per aprire questo topic un po' lugubre ...

    ... nella speranza che si possa imparare dalle disgrazie che purtroppo puntualmente capitano ...




    Snowboarder morto in un fuoripista a Courmayeur - Valle d'Aosta - ANSA.it


    Uno snowboarder italiano, Julian Impagliazzo, di 24 anni, nato a Cesena e residente a Scandicci (Firenze), è morto a causa di una caduta mentre sciava fuoripista sopra Courmayeur. L'incidente è avvenuto nella zona di Plan de la Gabba. Secondo quanto si è appreso la vittima è precipitata da un salto di roccia. Assieme a lui c'era un altro snowboarder che è rimasto illeso e ha dato l'allarme. Sul posto sono intervenuti il soccorso alpino valdostano e la guardia di finanza.
    L'incidente si è verificato nel "Canale del Bambino", a 1800 metri di quota. La zona - come sottolinea il Soccorso alpino valdostano - è segnalata come "pericolosa" e l'itinerario è vietato agli sciatori. Lo snowboarder è precipitato per 100-150 metri. "E' sceso giù, si è tolto la tavola e poi non l'ho più visto", ha raccontato un altro snowboarder al Soccorso alpino della guardia di finanza di Entrèves. Poco dopo, verosimilmente, il giovane è precipitato da un salto di roccia mentre procedeva a piedi.




    Osservazioni personali :

    1 - Se venite a Courmayeur non scendete giù di lì, è rognoso sul serio e non ne vale la pena ... tanto vincete solo una gran sudata per tornare alla partenza della Zerotta e c'è già morta tanta di quella gente che non ve lo intitolano un couloir.

    2 - Se rimanete bloccati su pendenza con 10 cm di polvere e come sottofondo una gran crosta ghiacciata, non levatevi la tavola ... con i pantofoloni da snowboard e senza ramponi non andate da nessuna parte e in queste situazioni ci lasciano puntualmente le penne anche gli escursionisti della domenica (che salgono agilmente su neve in fusione per poi ritrovarsi il ghiaccio due ore dopo in discesa)

    3 - Se siete nei guai chiamate i soccorsi anche se vi costerà la tredicesima e l'orgoglio.

















  2. #2
    PRO Member Reputazione:20 L'avatar di head
    Registrato dal
    Feb 2018
    Sesso
    residenza
    BG-BS
    Messaggi
    619

    Predefinito

    Aggiungo: portatevi sempre un fumogeno rosso... Se siete bloccato da qualche parte e non sapete che fare... Non fate nulla e accendetelo. Qualcuno si spera lo vedrá...
    Meglio anche 2.
    Tanto nello zaino ci stanno e costano 10 euro l'uno su Amazon.




    Inviato dal mio WAS-LX1A utilizzando Tapatalk

  3. #3
    PRO Member Reputazione:20 L'avatar di head
    Registrato dal
    Feb 2018
    Sesso
    residenza
    BG-BS
    Messaggi
    619

    Predefinito

    Cristo ma davvero un volo di 100-150mt?
    Dio mio...

    Inviato dal mio WAS-LX1A utilizzando Tapatalk

  4. #4
    PRO Member Reputazione:228 L'avatar di PaoloFrani
    Registrato dal
    Feb 2018
    Messaggi
    403

    Predefinito

    Sentita la news proprio ieri mentre ero in palestra.

  5. #5
    Ack
    Ack non è in linea
    PRO Member Reputazione:4284 L'avatar di Ack
    Registrato dal
    Apr 2012
    Sesso
    residenza
    Ivrea e Courmayeur
    Messaggi
    19,292

    Predefinito

    Oggi ne sono morti altri 4 ...

    Courmayeur, trovato morto anche quarto disperso - Valle d'Aosta - ANSA.it


    Un inglese con passaporto svizzero, una neozelandese, uno francese e un polacco ... sembra l'inizio di una barzelletta, ma invece è il solito bollettino dal fronte


    I primi due avevano oltre all'arva anche lo zaino con l'airbag e l'avevano attivato ... li hanno ritrovati morti sotto oltre due metri di neve

    Il quarto non aveva neanche l'arva e ci hanno messo una giornata per trovare il cadavere ... si era fatto tutta la gola fino al torrente






    Il pericolo valanghe era "solo" marcato (3 su 5) e la zona non era vietata ...


    Questo è un caso francamente abbastanza inquietante :

    - arva inutile (e vabé ... se non c'è nessuno che ti può cercare perché sono finiti tutti sotto ...)

    - zaino con airbag inutile

    - nessun divieto infranto

    - pericolo valanghe non basso, ma neanche alto ... diciamocelo, la gente non si ferma per il 3 ...

    - tutta gente tra 30 e i 40, non ragazzini esuberanti ed inesperti


    Comunque mi lascia perplesso soprattutto il fatto che con l'airbag aperto li abbiano trovati oltre 2 metri sotto ...
    Ultima modifica di Ack; 04-02-19 a 21:45

  6. #6
    Ack
    Ack non è in linea
    PRO Member Reputazione:4284 L'avatar di Ack
    Registrato dal
    Apr 2012
    Sesso
    residenza
    Ivrea e Courmayeur
    Messaggi
    19,292

    Predefinito

    Poi ci sono un po' di altri morti ...

    Uno sci alpinista sempre in valle d'aosta, travolto insieme a 2 compagni a cui è andata meglio ...

    Un 17enne travolto sempre da una slavina, ma sulle Dolomiti di Sesto ... estratto vivo, ma morto successivamente per le lesioni riportate ...

    Uno snowboarder belga di 24 anni a Livigno, era insieme ad un amico, è rimasto indietro ed è stato tirato sotto da una piccola valanga ... l'amico ci ha messo un po' a capire che il fatto che non arrivasse non era normale e quando ha chiamato i soccorritori ormai era troppo tardi ...

    https://www.ilgiorno.it/sondrio/cron...orto-1.4424637


    ... e poi ce n'è un altro più insolito ... a Santa Caterina Valfurva uno snowboarder è caduto "in un crepaccio" e è rimasto conficcato a testa in giù ... era con un amico che ha chiamato aiuto ed insieme ad altri intervenuti ha cercato di tirarlo fuori, ma quando ci sono riusciti era ormai in arresto cardiovascolare per assideramento ...

    Snowboarder cade in crepaccio e muore - Lombardia - ANSA.it
    Ultima modifica di Ack; 04-02-19 a 22:02

  7. #7
    Pelle grinza Reputazione:2079 L'avatar di andrew
    Registrato dal
    Feb 2010
    Sesso
    residenza
    Varese
    Messaggi
    13,932

    Predefinito

    Curiosità: gli airbag erano stati attivati, ma erano ancora gonfi o no? Sci o tavola?
    Anche oggi ho visto partire una piccola slavina partita da uno sciatore su un cambio di pendenza.. Grado 3...
    "L'estremo è la ricerca dell'infinito, la meta più lontana che un uomo può proporsi di raggiungere"
    "Dov'è il vento quando non soffia?"
    Oggi sento!

  8. #8
    Ack
    Ack non è in linea
    PRO Member Reputazione:4284 L'avatar di Ack
    Registrato dal
    Apr 2012
    Sesso
    residenza
    Ivrea e Courmayeur
    Messaggi
    19,292

    Predefinito

    Erano sciatori ...

    Non lo so, tutti gli articoli che ne parlano dicono solo "che erano riusciti ad attivarli", il che fa dedurre che i soccorritori li hanno trovati aperti ... ma non so se rimangono gonfi a lungo, probabilmente no ...

  9. #9
    PRO Member Reputazione:638 L'avatar di fdineve
    Registrato dal
    Jan 2017
    Sesso
    residenza
    Bergamo
    Messaggi
    1,084

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Ack Visualizza il messaggio


    Il pericolo valanghe era "solo" marcato (3 su 5) e la zona non era vietata ...


    Questo è un caso francamente abbastanza inquietante :

    - arva inutile (e vabé ... se non c'è nessuno che ti può cercare perché sono finiti tutti sotto ...)

    - zaino con airbag inutile

    - nessun divieto infranto

    - pericolo valanghe non basso, ma neanche alto ... diciamocelo, la gente non si ferma per il 3 ...

    - tutta gente tra 30 e i 40, non ragazzini esuberanti ed inesperti


    Comunque mi lascia perplesso soprattutto il fatto che con l'airbag aperto li abbiano trovati oltre 2 metri sotto ...


    Qualche mese fa, io ho assistito a una conferenza aperta gratuitamente al pubblico, tenuta dal CAI di Bergamo, che presentava le statistiche annuali 2018 sui travolti in valanga e una proposta internazionale per cambiare la attuale scala di pericolosita' dei pendii..

    E uscito fuori che (dati statistici forniti da Italia, Svizzera, Francia, Austria):

    - Il maggior numero di travolti riguarda scialpinisti.
    - Il giorno con maggior numero di travolti e' il lunedi (!)
    - Il "grado di rischio" dichiarato negli incidenti in questione ERA SEMPRE = 3 (marcato) !!!
    - l'attuale scala di rischio riunisce oggi sia la pericolosita' del pendìo che l'ampiezza stimata del fronte del possibile distacco.

    Inoltre lo studio "confessava" che il grado 3 viene alla fine scelto per 2 motivi:

    1) perche' nessuno si mette mai a fare ogni volta/ogni giorno le prove del caso per stimare il pericolo reale di un pendìo.
    2) perche' se dici 1 o 2, milioni di persone si buttano fuoripista e si rischia la strage..
    3) se dici 4 o 5, nessuno si avvicina piu' alla resort in questione e il fatturato di impianti, baite, eliski etc, cala da paura..



    Per il resto, Arva, airbag, esperienza, secondo me sono utilili /indispensabili perche' danno ognuno, mediamente, una "probabilita' " di efficacacia, in valanga "media".
    Ma quando ti passano sopra 150 tonnellate di neve, sopravivvi 3 minuti.. poi se non muori per le fratture di braccia/gambe/costole/emorragie interne, muori soffocato...
    Ciao
    Carlo

  10. #10
    Pelle grinza Reputazione:2079 L'avatar di andrew
    Registrato dal
    Feb 2010
    Sesso
    residenza
    Varese
    Messaggi
    13,932

    Predefinito

    C'è anche da dire che la consultazione del bollettino è solo la prima azione da compiere.
    Poi bisogna saper valutare le condizioni e pianificare un itinerario il più sicuro possibile (non sempre facile, ma qualche percorso "adatto" lo si può trovare).
    La valanga potrebbe staccarsi anche non per colpa tua (chi sta sopra di te o anche spontaneamente, sulla tua via di salita o dai pendii intorno, ...)
    Le variabili sono tante.
    Mi è capitato di uscire con rischio 4, ma in questi casi cerco minime pendenze, no canaloni, no transitare sotto a pendii inclinati, ...
    Il rischio 3 è un grado pericoloso perchè tante volte sottovalutato. Il grado è relativo ad una determinata area, ma nella stessa area sono presenti condizioni diverse… inclinazioni, esposizioni, possibilità di accumuli, vento, tipologia di terreno (erba, roccia, …), orario.
    Ieri ero in una zona a grado 3. Giusto come grado medio dell'area a mio avviso, ma alcune zone lo superavano!
    Comunque è difficile valutare e anche i più esperti possono sbagliare. Può succedere a tutti...
    "L'estremo è la ricerca dell'infinito, la meta più lontana che un uomo può proporsi di raggiungere"
    "Dov'è il vento quando non soffia?"
    Oggi sento!

  11. #11
    Ack
    Ack non è in linea
    PRO Member Reputazione:4284 L'avatar di Ack
    Registrato dal
    Apr 2012
    Sesso
    residenza
    Ivrea e Courmayeur
    Messaggi
    19,292

    Predefinito

    Tutto può salvarti, ma appunto non necessariamente ti salva ...

    L'arva è ovvio che se non c'è qualcuno che ha visto e non è stato travolto e può cercarti (e in fretta) ... poi torna comodo solo per ritrovare il tuo cadavere (che è una considerazione brutta, ma è relativa a questo caso ... per ritrovare i primi 3 che ce l'avevano ci hanno messo poco .. per il quarto sono dovuti andare avanti per ore)

    L'avalung non ho letto se l'avessero ... d'altronde non so neanche quanto tempo ci hanno messo i soccorritori per intervenire, né con quanta tempestività sono stati chiamati ...

    L'airbag mi lascia molto deluso ... stavano oltre 2 metri sotto

  12. #12
    Ack
    Ack non è in linea
    PRO Member Reputazione:4284 L'avatar di Ack
    Registrato dal
    Apr 2012
    Sesso
    residenza
    Ivrea e Courmayeur
    Messaggi
    19,292

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da andrew Visualizza il messaggio
    C'è anche da dire che la consultazione del bollettino è solo la prima azione da compiere.
    Poi bisogna saper valutare le condizioni e pianificare un itinerario il più sicuro possibile (non sempre facile, ma qualche percorso "adatto" lo si può trovare).
    La valanga potrebbe staccarsi anche non per colpa tua (chi sta sopra di te o anche spontaneamente, sulla tua via di salita o dai pendii intorno, ...)
    Le variabili sono tante.
    Mi è capitato di uscire con rischio 4, ma in questi casi cerco minime pendenze, no canaloni, no transitare sotto a pendii inclinati, ...
    Il rischio 3 è un grado pericoloso perchè tante volte sottovalutato. Il grado è relativo ad una determinata area, ma nella stessa area sono presenti condizioni diverse… inclinazioni, esposizioni, possibilità di accumuli, vento, tipologia di terreno (erba, roccia, …), orario.
    Ieri ero in una zona a grado 3. Giusto come grado medio dell'area a mio avviso, ma alcune zone lo superavano!
    Comunque è difficile valutare e anche i più esperti possono sbagliare. Può succedere a tutti...


    Sarebbe il caso di aprire un topic sulla nivologia ... ho cercato, ma non ho trovato niente ...

    Io non sono così ferrato, ma ci posso provare ... colgo l'occasione per studiare/ripassare

  13. #13
    PRO Member Reputazione:20 L'avatar di head
    Registrato dal
    Feb 2018
    Sesso
    residenza
    BG-BS
    Messaggi
    619

    Predefinito

    L'airbag se si apre attutisce l'impatto e occupa spazio, quindi è più facile rimanere in vista oppure avere neve sopra.
    Altro non ci vedo di utile, però vorrei sentire anche le vostre opinioni...
    Non penso faccia "galleggiare", perchè non "tira" verso l'alto.
    Poi penso anche che se sei sotto due/tre metri di neve, quel pallone si fora pure, o no?
    Qualcuno di voi lo ha o lo ha mai aperto?
    Poi se lo apri mentre ti travolge o prima, se sbatti contro un masso, un ramo, un blocco di ghiaccio o quasiasi altra cosa...si buca o sbaglio?
    Però a Xavier DLR l'ha salvato, lui dice... boh...

  14. #14
    Ack
    Ack non è in linea
    PRO Member Reputazione:4284 L'avatar di Ack
    Registrato dal
    Apr 2012
    Sesso
    residenza
    Ivrea e Courmayeur
    Messaggi
    19,292

    Predefinito





    L'idea sarebbe proprio quella ... dovresti galleggiare ...

    Il problema secondo me è che la neve in una valanga può tendere a comportarsi come un fluido ... ma non è un fluido. Se la valanga ti sbatte sotto anche se sei più leggero rimano sotto. E' come se tu mettessi una palata di neve su un palloncino gonfiato a elio, è più leggero dell'aria ... ma rimane sotto perché per venire su dovrebbe vincere la resistenza meccanica dello strato che lo ricopre ... che non è quella minima di un fluido.


    Oltre a questo la densità 300/500 kg/m3 da foto è quella di una valanga de neve umida (che peraltro come tale non fa la nuvola che invece è rappresentata) ... in una valanga da neve asciutta è molto più bassa ...

  15. #15
    Pelle grinza Reputazione:2079 L'avatar di andrew
    Registrato dal
    Feb 2010
    Sesso
    residenza
    Varese
    Messaggi
    13,932

    Predefinito

    Il pallone (o i palloni) aiutano a galleggiare.
    Più in alto chiedevo se i travolti avessero sci o tavola. Gli sci generalmente si staccano in caso di caduta, mentre la tavola rimane attaccata ai piedi facendo da ancora, diminuendo quindi la possibilità di rimanerne fuori.
    Avere due palloni separati significa che in caso di rottura di uno l'altro dovrebbe svolgere la sua funzione. Poi può succedere che entrambi vengano meno...
    Ho l'airbag a doppio pallone da due stagioni, ma per fortuna non ho avuto l'occasione di tirare la maniglia. Lo dovrò fare il prossimo anno per manutenzione
    Comunque leggendo le statistiche la maggior parte dei travolti con airbag è riuscita a spuntarla... purtroppo non è stato questo il caso

    Video interessante
    Ultima modifica di andrew; 06-02-19 a 17:23
    "L'estremo è la ricerca dell'infinito, la meta più lontana che un uomo può proporsi di raggiungere"
    "Dov'è il vento quando non soffia?"
    Oggi sento!

  16. #16
    PRO Member Reputazione:20 L'avatar di head
    Registrato dal
    Feb 2018
    Sesso
    residenza
    BG-BS
    Messaggi
    619

    Predefinito

    1:56 impressionante la velocità con cui parte in picchiata verso valle. Cristo.

  17. #17
    Ack
    Ack non è in linea
    PRO Member Reputazione:4284 L'avatar di Ack
    Registrato dal
    Apr 2012
    Sesso
    residenza
    Ivrea e Courmayeur
    Messaggi
    19,292

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da andrew Visualizza il messaggio
    Gli sci generalmente si staccano in caso di caduta, mentre la tavola rimane attaccata ai piedi facendo da ancora, diminuendo quindi la possibilità di rimanerne fuori.

    Fantastico

  18. #18
    PRO Member Reputazione:638 L'avatar di fdineve
    Registrato dal
    Jan 2017
    Sesso
    residenza
    Bergamo
    Messaggi
    1,084

    Predefinito

    ..non so se avete visto, in "The Fourth Phase", quando Travis Rice rimane sotto una valanga che, fortuna delle fortune, lo riporta a "galla" alla fine del fronte di scaricamento..
    Spiega che la paura che ha avuto, lo hanno fatto "meditare" e stare lontano dalla neve per diversi mesi (mare e barca a vela).

    https://www.youtube.com/watch?v=MasvoDXQe3U
    Ultima modifica di fdineve; 07-02-19 a 10:35
    Ciao
    Carlo

  19. #19
    Ack
    Ack non è in linea
    PRO Member Reputazione:4284 L'avatar di Ack
    Registrato dal
    Apr 2012
    Sesso
    residenza
    Ivrea e Courmayeur
    Messaggi
    19,292

    Predefinito

    La valanga l'avevo vista, ma non pensavo l'avesse presa così male ...

  20. #20
    PRO Member Reputazione:228 L'avatar di PaoloFrani
    Registrato dal
    Feb 2018
    Messaggi
    403

    Predefinito

    PHOTOCONTEST PAUADA
    Vedere ste cose riduce drasticamente la mia voglia di fare fuoripista, anche se martedì a bobbio già il semplice tagliare tra le piste era una goduria.

Pagina 1 di 2 12 ultimoultimo

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •