annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

luca pandolfi - uno dei più grandi in italia

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • luca pandolfi - uno dei più grandi in italia

    consigli agli amanti del freeride di visitare il sito di un amico, che per me è uno dei più grandi freerider in Italia e europa.
    Luca Pandolfi

    su vimeo poi trovate uno dei suoi migliori video:


    quello qui sotto con gopro vi mostra in soggettiva quando è stato preso da una valanga e si è salvato per miracolo.


    sciauuuu
    e tenere sempre su le orecchie

  • #2
    qui invece Luca in Dolomiti: canalini vari.

    Commenta


    • #3
      si, direi decisamente che è forte!
      quando mi metti in contatto con lui?

      ma avete fatto qualche uscita insieme?

      Commenta


      • #4
        Forte lo è veramente!!
        Finalmente riesco a vedere alcune discese del Bianco, tipo il Mallory, che ho letto di recente in un libro!
        E la voglia aumenta!

        Sono anch'io curioso, è ammirazione o lo conosci di persona e ci giri?

        Commenta


        • #5
          Lo conosco personalmente da 4 anni. Non ci ho mai girato per motivi che non riesco a sganciarmi per un we e andare da lui a cham avendo 3 figli piccoli. Ma prima o poi ce la faro. Solo che lui è di altro livello. Fa tantissimo ripido vero! Tra 40 e 50. È anche stato al Cai di Vicenza per una serata dove ha presentato suoi video.

          Commenta


          • #6
            gran bei video... goduti fino in fondo!

            Mi piacerebbe provare pendenze come quelle che si vedono nel video del monte Bianco, per vedere se sono capace . Però se non sono capace... son cazzi!

            Commenta


            • #7
              Originariamente inviato da Lodovico Visualizza il messaggio
              Lo conosco personalmente da 4 anni. Non ci ho mai girato per motivi che non riesco a sganciarmi per un we e andare da lui a cham avendo 3 figli piccoli. Ma prima o poi ce la faro. Solo che lui è di altro livello. Fa tantissimo ripido vero! Tra 40 e 50. È anche stato al Cai di Vicenza per una serata dove ha presentato suoi video.
              Conosci Pandolfi?! Accidenti che invidia, Lodovico... Ho letto diverse sue interviste e guardato una miriade di video delle sue imprese: è un mito, davvero un rider eccezionale! Certo, stiamo parlando di un "Maradona" dello snowboard, ma ti auguro di cuore di riuscire a fare un'uscita con lui. E poi complimenti vivissimi: se ci sei entrato in contatto e siete diventati amici, sicuramente è perchè sei un grande anche tu!

              Originariamente inviato da Magro Visualizza il messaggio
              [...] Però se non sono capace... son cazzi!
              Ahah puoi dirlo forte Magro!

              Commenta


              • #8
                Originariamente inviato da Lodovico Visualizza il messaggio
                È anche stato al Cai di Vicenza per una serata dove ha presentato suoi video.
                Peccato non averlo saputo


                Gran bei video cmq!

                Commenta


                • #9
                  Prima di affrontare discese come quelle meglio pianificare uscite ed esperienze con minore esposizione e avvicinarsi per gradi. Ci sono canali e linee con pendenze che si avvicinano ma più corti dove fare esperienza: travignolo sulle pale, canaloni vari sul sella, canale del dito in tonale, sul bianco vicino al ghiacciaio del toula c'è canale del tedesco e canale del cesso. E poi tanti altri dove crescere a livello di preparazione sia alle pendenze, sia all'esposizione, sia all'ambiente sia a livello psicologico. Ma anche all'uso delle principali attrezzature alpinistiche. Poi c'è sempre da dire che tanto fanno le condizioni di neve che si trovano. Il dito fatto 3 anni fa con tanta neve era come girare in un halfpipe di neve fresca.

                  Commenta


                  • #10
                    Non posso che essere pienamente d'accordo con te!
                    Oltre alla forma psico-fisica e alla padronanza delle attrezzature, le condizioni della neve giocano un ruolo fondamentale.

                    Commenta

                    Sto operando...
                    X