annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

i nostri lavori

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • i nostri lavori

    ormai Renato ci ha riempito di consigli per la manutenzione della nostra tavolozza, e ci ha fornito un video precisissimo che ci spiega passo passo cosa fare e come farlo... quindi credo che a questo punto abbiamo capito tutti come fare per lavorare sul nostro snow, come farne la normale pulizia e sciolinatura, ed anche come affrontare qualche piccola riparazione del top e della soletta.
    bene, ora che c'è la teoria, direi che siamo arrivati al momento di passare alla pratica!

    avete comprato tutto l'occorrente per questi piccoli lavoretti?
    chi di voi ha già messo le mani sulla propria tavola, o su qualche altra tavolaccia usata come cavia?
    che lavori gli avete fatto?
    che prodotti avete usato?
    e come è venuto il lavoro, vi soddisfa?

    apro questo topic per parlare un pò dei nostri lavori, per confrontarci, e per postare qualche foto sia dei rider in opera durante la manutenzione sia dei nostri snow prima e dopo la manutenzione


    più tardi vi pubblico una foto della pulizia che è stata fatta al top della tavola del mio boy (appena recupero le foto), un esperimento secondo me riuscito piuttosto bene direi, ma voglio sentire anche il vostro giudizio

  • #2
    Grande Mik, cosi si fa, non provare MAI sulla propria tavola ma sempre su quella di altri al massimo se non vanno si puo' sempre dire che sono le loro gambe che essendo ad inizio stagione non sono allenate

    Commenta


    • #3
      renato

      bel topic Mik... qualche sciolinatura l'ho gia alle spalle, ma tra pochi giorni farò la prima vera sciolinatura coi suggerimenti di Renato!

      Commenta


      • #4
        come precedentemente detto, eccovi le foto del top della tavola lucidata...
        primo esperimento per decidere che prodotti usare per la pulizia del top! che dite, è abbastanza pulito??
        a me sembra che più che uno snow è diventato uno specchio!!





        ed eccone un'ultima... da notare che la parte evidenziata non è sporco o opaco, ma è l'ennesimo riflesso dell'attacco





        al più presto nuove foto e nuovi lavori sulle nostre piccole

        Commenta


        • #5
          ma hai cambiato tavola e attacchi?? O.o

          Commenta


          • #6
            Originariamente inviato da Mik Visualizza il messaggio
            avete comprato tutto l'occorrente per questi piccoli lavoretti?
            chi di voi ha già messo le mani sulla propria tavola, o su qualche altra tavolaccia usata come cavia?
            che lavori gli avete fatto?
            che prodotti avete usato?
            e come è venuto il lavoro, vi soddisfa?
            - una parte, quest'anno pulizia e sciolinatura con ferro saranno tutte opere mie!
            - ho provato con la tavolaccia da battaglia, fra i vari consigli di Renato ho colto che le prove meglio farle con le tavole altrui o in pensione!
            - Pulizia della soletta e sciolinatura a caldo.
            - Diluente per solette e sciolina Toko rossa.
            - Penso bene, la prova goccia è risultata positiva e ci si specchia alla perfezione. Ci ho messo una vita a paragone di Renato in fiera, ma considerando i miei attrezzi e la mia esperienza non posso lamentarmi. Appena torna la mia tavola "attiva" sarà il suo turno e il test goccia sarà solo il preludio di quello sulla neve.


            P.S. : Mik che top pulito, che olio di gomito e che minuziosità del dettaglio!

            Commenta


            • #7
              geppo, non vorrei sbagliarmi ma credo sia la tavola del suo boy!
              e brava mik che fa test sulla tavola del ragazzo, preservando la propria!

              scherzi a parte, bel lavoro Mik!

              Commenta


              • #8
                renato
                ma le riparazioni fatte con il ptex usato come candeletta non sono da sconsigliare? mi hanno detto che il ptex acceso come una candela rilascia dell'olio che impedisce l'attacco di una riparazione sucessiva..

                Commenta


                • #9
                  Originariamente inviato da james pritt Visualizza il messaggio
                  renato
                  ma le riparazioni fatte con il ptex usato come candeletta non sono da sconsigliare? mi hanno detto che il ptex acceso come una candela rilascia dell'olio che impedisce l'attacco di una riparazione sucessiva..
                  James ma chi e' stato a dirtelo sicuramente e' un salumiere che si spaccia per skiman
                  Il ptex non ha nessun tipo di olii al suo interno quindi anche se prende fuoco non potra' mai ungerti la soletta, ammenoche' tu non faccia il lavoro cou un paninazzo imbottito di sott'olio in mano

                  Le cose che possono capitare con la candeletta a fiamma libera sono:
                  1) annerimento della riparazione perche' si e' stati troppo vicini o troppo lontani dalla soletta, la fiamma ha prodotto il nerofumo "fuliggine" e la colatura e' annerita, lavoro brutto da vedere ma ugualmente buono " NO UNTO"
                  2) distacco della soletta perche' si e' stati troppo vicini alla soletta oppure si e' colato troppo materiale tutto in una volta nello stesso punto, si e' stati troppo lontani dalla soletta e la candeletta ha prodotto una fiamma troppo calda " NO UNTO"
                  3) piccole bolle d'aria nella riparazione perche' si e' colato il ptex sul legno che si trova sotto alla soletta "mega graffio" o la soletta dentro al graffio era ancora umida " NO UNTO"
                  4) screpolatura della riparazione perche' si e' fatto il lavoro in ambiente troppo freddo o la soletta era troppo fredda, il ptex si e' freddato troppo in fretta e si e' ritirato screpolando " NO UNTO"
                  5) preso scopaccioni dalla compagna o mamma o altro perche' si e' sgocciolato il ptex sul tappeto e non viene piu' via " NO UNTO"
                  6) quattro madonne assestate bene perche' distrattamente una goccia di ptex ci e' caduta sulla mano o dito e vi posso garantire che fino a raffreddamento avvenuto non riuscite a toglierlo " NO UNTO"

                  Quindi mi piacerebbe sapere chi e' quel mega genio che ti fa detto una castronata simile!!!!!!!
                  Prendilo e.......

                  Mik gran bel lavoro, ascolta ho la macchina opaca non e' che passeresti da Ferrara a dargli una lucidatina?
                  Comunque hai trovato la tua via, se non trovi lavoro per quello che hai studiato puoi sempre trovarlo in una carrozzeria a lucidare macchine
                  Ultima modifica di Renato; 07-11-11, 21:19.

                  Commenta


                  • #10
                    ok grazzzie!!!

                    Commenta


                    • #11
                      Originariamente inviato da Geppo Visualizza il messaggio
                      ma hai cambiato tavola e attacchi?? O.o
                      come Andrew ha già fatto notare, la tavola non è la mia è quella del boy
                      e devo esser sincera, il lavoro e l'olio di gomito non sono merito mio, ma ha fatto tutto lui... infatti io volevo usare per la pulizia del top uno spray di quelli per lucidare i cruscotti delle auto (come consigliato da Renato), e invece lui mi ha dovuto dimostrare che sarebbe riuscito a fare di meglio usando i suoi prodotti... ovviamente non gli ho fatto toccare la mia tavola come cavia, ma ha dovuto usare la sua

                      in effetti devo ammettere che lui nel "tempo libero" fa questi lavori di lucidatura delle auto, la lucidatura quella professionale da carrozzieri, quindi direi che ha la mano abituata a queste cose e sopratutto ha tutti i prodotti che servono...
                      ovviamente quello usato in questo caso era un pulitore delicato e non aggressivo, a base d'acqua, e ha anche proprietà idrorepellenti... chissà se con la scusa si attaccherà meno neve sul top dopo averlo usato



                      Originariamente inviato da Renato Visualizza il messaggio
                      Mik gran bel lavoro, ascolta ho la macchina opaca non e' che passeresti da Ferrara a dargli una lucidatina?
                      Comunque hai trovato la tua via, se non trovi lavoro per quello che hai studiato puoi sempre trovarlo in una carrozzeria a lucidare macchine
                      se vuoi... contatta Davide!
                      magari io ti vengo a trovare per farmi dare qualche consiglio o per seguire i tuoi corsi, e lui nel frattempo si mette all'opera

                      mi spiace ma io non ho tutta questa pazienza, passare 3 giorni per pulire una macchina... non si può!
                      Ultima modifica di Mik; 08-11-11, 01:28.

                      Commenta


                      • #12
                        comunque Renato, dopo aver letto tutti i pericoli che si possono correre con le candelette...
                        non so perchè ma mi sta passando la voglia di usarle

                        Commenta


                        • #13
                          Originariamente inviato da Mik Visualizza il messaggio
                          comunque Renato, dopo aver letto tutti i pericoli che si possono correre con le candelette...
                          non so perchè ma mi sta passando la voglia di usarle
                          Usare una candeletta non e' assolutamente difficile certo che dopo aver avuto un elenco di disastri come quello che vi ho fatto sfido chiunque a non aver paura ad usarla ma la cosa e' piu' facile di quello che sembra

                          Bisogna: pulire ed asciugare bene la parte da trattare, quindi si mette la tavola in casa non vicino al termo, quando la soletta e' asciutta si passa alla pulizia con diluente apposito, poi si lascia asciugare nuovamente la soletta, ora prendiamo una lametta o un cuter e leviamo le bave dallo sfriso, sia quelle esterne che quelle interne, deve restare un solco preciso senza residui di ptex.
                          Prendiamo una candeletta e facciamogli la punta con il cuter, serve perche' prenda fuoco prima e non annerisca, con una candela o sul fornello accendiamo la candeletta, non usiamo l'accendino perche' la "benzina" che contiene e viene bruciata va a sporcare la candeletta, ora con un pezzo di lamierino bello piatto, preventivamente preparato, ci avviciniamo al punto da riparare, la candeletta va tenuta a 45° e ad una distanza tale dalla soletta che la fiamma rimanga azzurra ( se siamo troppo distanti la fiamma sara' troppo alta e rossa e annerisce se siamo troppo vicini la fiamma sara' troppo bassa con molta punta rossa e annerisce )
                          trovata la distanza esatta partiamo a colare il ptex nello sfriso, dobbiamo avere un movimento circolare perche' cosi il materiale cola sia dento che appena fuori dallo sfriso, non dobbiamo essere ne' troppo lenti, senno' vi ho spiegato cosa capita, ne troppo veloci, se lo sfriso con una passata sola non si copre nessuna paura, lasciate freddare bene la riparazione poi ripetete la colatura, questa volta il movimento deve essere diritto perche' il ptex colato prima sul bordo dello sfriso fara' da argine e ci aiutera' a riempire lo sfriso.
                          Lasciamo freddare tutto per bene, poi prendiamo la lama del cuter e cominciamo ad asportare il materiale in eccesso, usiamo la lama come quando spatoliamo via la sciolina, non levete del tutto il materiale in eccesso, deve restarne un piccolo velo in eccesso, ora con la carta vetrata da 180 (non finissima )
                          andiamo a terminare di asportare tutto il ptex in eccesso, per fare un bel lavoro mettete qualcosa di piatto sotto alla carta.
                          Fatto lavoro finito, se avete fatto tutto quello che vi ho scritto la riparazione risultera' bella trasparente.

                          Consiglio! riparate sempre prima le tavole degli altri, se il lavoro non viene bene ditegli che e' colpa della tavola che ha un fondo difficile se non impossibile da riparare

                          Commenta


                          • #14
                            Originariamente inviato da Renato Visualizza il messaggio
                            Consiglio! riparate sempre prima le tavole degli altri, se il lavoro non viene bene ditegli che e' colpa della tavola che ha un fondo difficile se non impossibile da riparare
                            chi mi presta una tavola? sappiate gia che il vostro fondo sicuramente sarà difficile da riparare
                            a parte gli scherzi, ho riparato un piccolo solco sugli sci di mio fratello ed è venuto un bel lavoro!

                            Commenta


                            • #15
                              Chiaro e preciso come sempre, speriamo di non dover ricorrere troppo frequentemente a eventuali riparazioni ma lette così ci si può provare, magari prima in test su una tavola in pensione.

                              Più che consigliare alla Mik di aprire una carrozzeria per lucidare auto, le consiglierei di mettere in piedi un sexi-car-wash!
                              Questa non me la perdona, ma era da quando l'ho letta che mi girava in testa!

                              Commenta

                              Sto operando...
                              X