annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Gasare col Coronavirus

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Gasare col Coronavirus

    Nell'insicurezza generale, sappiamo che molto probabilmente dovremo convivere col covid-19 ancora per molto tempo.

    Spero che non si raggiungano nuovi picchi, ma che si riuscirà a condurre una vita "normale", rinunciando purtroppo a molte cose, fintanto che non si troverà una soluzione.

    Credo che non dovremo rinunciare allo snowboard, sarebbe un suicidio per tutto il settore turistico, ma ovviamente si dovranno applicare tutte le accortezze che conosciamo (e non solo) per limitare la diffusione del virus.

    Secondo voi cosa cambierà?


    A me vengono i brividi solo a pensare alle code kilometriche per gli impianti che avranno capienza ridottissima, invece per diminuire le code alle casse dello skipass spero spingeranno per la diffusione dei già esistenti skipass online (telepass pay, mypass ski...). Non riesco a immaginare come sarà e se sarà possibile fermarsi in baita, ma sicuramente coprirsi il naso e la bocca non si farà più solo per il freddo.


    A Perisher, Australia, a ridosso della stagione, si stanno già preparando e hanno fatto questo video chiedendo di scaricare l'app australiana corrispondente alla nostra oramai famigerata e misteriosa Immuni.

    https://www.facebook.com/PerisherRes...1424793640988/

  • #2
    sono titolare della carta holiski, che permette di sciare a condizioni particolarmente vantaggiose sui comprensori della CDA: es. serre chevalier, l2a, paradiski, espace Killy, ecc.

    ho ricevuto in questi giorni un sondaggio molto articolato che cercava di raccogliere elementi per una sua forte evoluzione in termini di maggiori scontistiche, servizi, agevolazioni, eccetera

    è evidente che almeno in Francia si stanno preparando per una forte riduzione del numero degli stagionali (troppo rischio di non convenienza per i clienti) e dei giornalieri/settimanali (troppi costi un periodo di crisi) e quindi proveranno a spingere ulteriormente su queste formule di fidelizzazione sulla fascia di sciatori da 10-20 giornate l'anno

    credo che anche in Italia dovrebbero fare analogamente

    inoltre dovranno rassegnarci a riempire almeno le seggiovie al 100% dei sedili, contando che all'aria aperta e tutti bardati, il rischio è minimo. altrimenti con seggiovie al 50% o meno, non potranno nemmeno riaprire per evidente impossibilità di stare nei costi

    Commenta


    • #3
      Io non scarico app manco sotto minaccia armata,anche perchè ho un 3310. Io spero che sta pagliacciata finisca in fretta,in ogni caso andando di solito su il sabato non ho mai trovato poi tanta coda. E si che vado nei due-tre impianti local.

      Ho sempre mangiato wild in mezzo alla neve,non sono tra quelli che fanno più bombardini che discese.

      Chiaro come il sole che non farò più uno stagionale manco morto per evitare che quattro pagliacci chiudano tutto tanto per...

      Non fasciamoci la testa prima di romperla comunque
      Ultima modifica di docelektro; 12-05-20, 07:03.

      Commenta


      • #4
        Originariamente inviato da testataecassa Visualizza il messaggio


        inoltre dovranno rassegnarci a riempire almeno le seggiovie al 100% dei sedili,

        Da noi si fa così di solito,e non avendo app ficcanaso probabilmente si farà ancora. Magari con chi consoci e sai che non è troppo marcio. Ma per allora magari avranno già trovato e applicato il vaccino.

        Pensa che per accellerare la ricerca toglierei ogni finanziamento al terzo mondo

        Commenta


        • #5
          non credo che il problema siano le app per il limite dei posti occupati in seggiovia, ma cosa si inventeranno come normativa

          se ci sarà una direttiva di riempire solo metà posti in seggiovia, è facile che obbligheranno i gestori a bloccare metà cancelletti, a prescindere dai nuclei famigliari

          in questo caso lo sci sarà fottuto, perché con capacità ridotta si rischiano code importanti, o più probabilmente la mancata apertura di alcuni resort

          il problema è analogo su bus e treni, per cui vedremo lì in anticipo cosa succederà

          Commenta


          • #6
            Io penso che se non potrò andare in pullman e avere accesso alla scontistica dello sci club dovrò rivedere drasticamente il mio numero di uscite stagionali e passare da 10-15 a 0-5.
            Domanda: ma con gli utenti (se va di lusso) dimezzati, riusciranno a sostenere gli enormi costi di gestione degli impianti?

            Commenta


            • #7
              ..fanno pagare gli skipass il triplo e ciao.. loro non ci rimettono, stai tranquillo..

              Commenta


              • #8
                Quanta gente c'è con scritto in testa giocondo ed è disposta a pagar tre volte quello che pagava l'anno scorso?
                Se fosse, beh di hobbies costosi ne ho già abbastanza e lo snowboard può farsi da parte!

                Commenta


                • #9
                  Originariamente inviato da docelektro Visualizza il messaggio
                  Da noi si fa così di solito,e non avendo app ficcanaso probabilmente si farà ancora. Magari con chi consoci e sai che non è troppo marcio. Ma per allora magari avranno già trovato e applicato il vaccino.

                  Pensa che per accellerare la ricerca toglierei ogni finanziamento al terzo mondo
                  magari prima a tutti gli armamenti, etc, etc, etc...

                  Commenta


                  • #10
                    ridurre i posti non è sostenibile

                    mi dicessero che un giornaliero costerà 100€ sarebbe un blocco mentale

                    al di là della spesa, non riuscirei a divertirmi. anche a dire 800€ di stagionale lo converto in 8 giorni a comprensorio deserto

                    farei giusto un weekend di follia in qualche posto top tipo val d'Isère o Saas Fee, così da togliermi lo sfizio con mio figlio

                    già mia figlia si farebbe dare i soldi e se li spenderebbe in altro

                    Commenta


                    • #11
                      Originariamente inviato da testataecassa Visualizza il messaggio
                      sono titolare della carta holiski, che permette di sciare a condizioni particolarmente vantaggiose sui comprensori della CDA: es. serre chevalier, l2a, paradiski, espace Killy, ecc.

                      ho ricevuto in questi giorni un sondaggio molto articolato che cercava di raccogliere elementi per una sua forte evoluzione in termini di maggiori scontistiche, servizi, agevolazioni, eccetera

                      è evidente che almeno in Francia si stanno preparando per una forte riduzione del numero degli stagionali (troppo rischio di non convenienza per i clienti) e dei giornalieri/settimanali (troppi costi un periodo di crisi) e quindi proveranno a spingere ulteriormente su queste formule di fidelizzazione sulla fascia di sciatori da 10-20 giornate l'anno

                      credo che anche in Italia dovrebbero fare analogamente

                      inoltre dovranno rassegnarci a riempire almeno le seggiovie al 100% dei sedili, contando che all'aria aperta e tutti bardati, il rischio è minimo. altrimenti con seggiovie al 50% o meno, non potranno nemmeno riaprire per evidente impossibilità di stare nei costi

                      Speriamo che anche in Italia applicano strategie per stimolare la fascia più ampia di sciatori.

                      Purtroppo secondo me le seggiovie non saranno riempite al 100%, avrebbe poco senso far mettere le persone fianco a fianco anche se è un ambiente aperto.

                      Ovviamente è una misura assurda, ma l'unico modo sarebbe impedire alle persone di parlare mentre si è in seggiovia!


                      Non credo proprio triplicheranno il prezzo dello skipass! Non ci guadagnerebbero tre volte tanto, anzi, ci perderebbero visto che quasi nessuno, forse anche nemmeno i pochissimi che se lo potrebbero permettere, vorrebbero spendere 150€ per un giornaliero dopo essere abituati a spenderne 50 fino a 9 mesi prima.

                      Comunque in alcuni comprensori come Livigno, molto estesi e con molti impianti, dove non ho mai trovato troppissima coda anche in alta stagione (e nemmeno quando ci sono state le primissime limitazioni della portata poco prima del lockdown) credo sarà fattibile. Nei comprensori del DS la vedo dura e dove ci sono le cabinovie da 90 posti altrettanto.

                      Credo dovremo tutti riscoprire i piccoli e medi impianti vicino casa, neve permettendo.

                      Commenta


                      • #12
                        Continuo a sperare che dopo l'estate questo periodo di merda sia solo un brutto ricordo.
                        Mi rifiuto, ad oggi di pensare ad un inverno così.
                        Se dovrò necessariamente farlo, a tempo debito, lo farò... ma ad ora convivo con la speranza e che tutto sia passato e che non si debba più parlare di ste caxxo di mascherine

                        Commenta


                        • #13
                          la pensiamo allo stesso modo,potrebbe anche darsi che per l'inverno sto pagliacciavirus decida di farsi da parte. magari se chi sta in alto ha già ottenuto i suoi scopi

                          Commenta


                          • #14
                            Sperem ... 6 mesi non sono pochi ...

                            Commenta


                            • #15
                              appunto,io intanto mi tengo i dindi da parte per cambiare l'eliminator o al massimo la big hit. Di sicuro non dò un centesimo ai vari che chiedono cassa nei vari mezzi di comunicazione.

                              Commenta

                              Sto operando...
                              X